Legambiente - la terra dei fuochi a che punto siamo?

Fermare una volta per tutte le persistenti attività di smaltimento illegale e di combustione dei rifiuti che ancora oggi si verificano nella «Terra dei fuochi», potenziare ulteriormente l'attività di controllo, prevenzione e contrasto, destinando risorse anche per l'attività dei vigili del fuoco per gli interventi di spegnimento dei roghi. E soprattutto accelerare l'inserimento dei delitti ambientali nel Codice penale. Sono alcune delle proposte lanciate da Legambiente nel rapporto presentato oggi - «Terra dei fuochi, a che punto siamo?» - a un anno dal varo del decreto legge emanato con l'obiettivo di dare una risposta rapida ed efficace dello Stato a una situazione di grave degrado ambientale e pericolo sanitario. Un obiettivo in larga parte mancato.

Sotto-categoria: